Vai al contenuto


Nello sport e nella vita
Unite Gareggiamo Ovunque.
Il Dragon Boat: forza, riscatto e rinascita.

Chi siamo

UGO – Unite Gareggiamo Ovunque è una squadra di Dragon Boat formata da donne operate di tumore al seno. Il Dragon Boat è una disciplina sportiva, di antica origine orientale, praticata su barche con la testa e la coda a forma di drago. Le imbarcazioni standard sono governate dal timoniere e vengono sospinte da 20 atleti che pagaiano al ritmo scandito dal tamburino.

La squadra padovana è nata nel giugno 2015 quando è stato dato avvio ad un progetto pilota realizzatosi all’interno della Breast Unit dell’Istituto Oncologico Veneto con la collaborazione della Canottieri Padova e della Sezione Dragon Boat dell’Associazione Ricreativa Culturale e Sportiva dei dipendenti dell’Università di Padova.

Dal 2016, le UGO hanno iniziato a gareggiare, sia in Italia che all’estero, con l’obiettivo di promuovere il loro progetto affinché tutte le donne che hanno avuto la loro esperienza possano conoscere l’attività del Dragon Boat e decidere di sperimentarla. Nel 2019 hanno costituito l’Associazione UGO Unite Gareggiamo Ovunque Onlus con la mission di promuovere e diffondere i benefici dell’attività fisica, i valori dello sport e la ricerca della salute psico-fisica delle donne operate al seno. Attualmente sono circa una cinquantina e si allenano due volte alla settimana (martedì e venerdì dalle 18.00 alle 19.00) alla Canottieri Padova sotto la guida di Michele Galantucci coadiuvato da Sergio Lovison e Alberto Colangelo, atleti agonisti e campioni del mondo di Dragon Boat.

come sostenerci

Ci puoi aiutare

L’Associazione UGO Unite Gareggiamo Ovunque è impegnata a far ritrovare alla donna operata al seno, attraverso il Dragon Boat, il benessere psico-fisico venuto meno con la malattia. Per realizzare questo ogni contributo, anche il più modesto, diventa importante.

Aiutateci perchè insieme e uniti possiamo realizzare grandi cose!

GRAZIE AI SOSTENITORI!

Con una donazione

dal tuo conto corrente con bonifico a:
Ugo Unite Gareggiamo Ovunque Onlus
IBAN: IT09R0503462320000000003934
o con PayPal

Donando il tuo 5x1000

Basta compilare la casella “sostegno del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale” della tua dichiarazione dei redditi firmando e indicando il CODICE FISCALE 92297940287

Seguici sui social

Facebook​

Copertina per UGO Unite Gareggiamo Ovunque
3,739
UGO Unite Gareggiamo Ovunque

UGO Unite Gareggiamo Ovunque

Nello sport e nella vita.
il Dragon Boat: forza, riscatto e rinascita.

Il tamburinoSi potrebbe pensare che fare il tamburino sia il ruolo più divertente di tutta la barca e serva più a scopi decorativi che altro.In realtà il tamburino è molto importante e a volte decisivo nelle competizioni sportive. Il tamburino – seduto su una piccola sedia con le gambe che stringono il tamburo, una mano sulla spalliera per non cadere e l’altra che batte in maniera vigorosa sul tamburo – segue il ritmo dei capovoga incitando con le sue grida tutto l’equipaggio a dare il proprio meglio.Fare il tamburino è un ruolo difficile ed è una grande responsabilità perché bisogna essere in grado di sentire la barca: capire quando sta cedendo e ha bisogno di più potenza per spronare l’equipaggio a non mollare e a resistere alla fatica fino al traguardo.E quando il tamburino riesce a far sì che il suono del tamburo e delle due grida siano seguite da tutti i pagaiatori, beh…la barca vola!Chi di voi ha o ha avuto, anche per una sola volta, questo ruolo?#tamburino #ruoli #dragonboat #ugopadova Vedi di piùVedi meno
Vedi su Facebook
Il primo aprile porta con sé una festa particolare: il celebre Pesce d’aprile. Ora, tutti conosciamo questa tradizione per i suoi scherzi ma pochi sanno da dove viene il suo nome perché, come ogni buona vecchia tradizione, il Pesce d’aprile affonda le sue radici in tempi antichi intrecciando storie e leggende.Detto questo, c’è chi ipotizza che tutto sia iniziato come una sorta di scherzo ai danni dei pescatori che tornavano a riva a mani vuote, con pochi pesci nei loro cesti. E così, il Pesce d’aprile potrebbe essere nato, tra risate e scherzi, in onore di quei marinai sfortunati.Vi piace questa storia? Beh, le UGO, con il loro spirito goliardico e allegro, adorano questo giorno anche perché, per una simpatica coincidenza, si festeggia anche San Ugo!#pescedaprile #sanugo #scherzi Vedi di piùVedi meno
Vedi su Facebook
Sapete che cos’è l’International Breast Cancer Paddlers’ Commission? E soprattutto cosa fa?L’IBCPC è un’organizzazione internazionale il cui mandato è quello di incoraggiare la creazione di squadre di dragon boat formate da donne operate per tumore al seno, nel quadro della partecipazione e dell’inclusione.Sostiene lo sviluppo della pratica sportiva del dragon boat come contributo a uno stile di vita sano per le persone a cui è stato diagnosticato un tumore al seno.Nasce nel 2007 al primo raduno internazionale di squadre di dragon boat rosa (50 team) tenutosi in Australia e da allora ha continuato a crescere, tanto che oggi conta bene 316 squadre, in 37 paesi con circa 15.000 donne in rosa rappresentate.Il primo festival IBCPC si è tenuto a Peterborough (Canada) nel 2010, Sarasota (Florida USA) nel 2014, Firenze (Italia) nel 2018, Lake Karapiro (Nuova Zelanda) nel 2023 e la Francia ospiterà il prossimo Festival nel 2026.Ogni Festival offre l’opportunità di entrare in contatto con team internazionali e condividere informazioni, fare rete, partecipare a seminari, pagaiare e, soprattutto, celebrare la vita!Se vuoi saperne di più: www.ibcpc.com/#ibcpc #donneinrosa #tumorealseno #dragonboat Vedi di piùVedi meno
Vedi su Facebook
Il capovogaLa figura del capovoga è essenziale nella squadra. I due capovoga, che devono essere in perfetta sincronia e avere una grande intesa tra loro, dettano il ritmo e sono sensibili alle esigenze del gruppo. Devono avere una pagaiata molto lunga, con braccia tese e busto in torsione, così da permettere a tutte le panche posteriori di mantenere la lunghezza della pagaiata. Devono essere in grado di percepire la scorrevolezza della barca, nonché avere la capacità di cogliere il momento di massima velocità del dragone.Devono avere la mente sempre lucida e mantenere la pagaiata perfetta soprattutto nello scatto finale prima del traguardo, senza esitare e perdere il controllo.Siete d’accordo?@follower#capovoga #dragonboat #ruoli #ugopadova Vedi di piùVedi meno
Vedi su Facebook
Oggi, mercoledì 20 marzo, è la Giornata Mondiale della Felicità. Una data non causale, considerata la coincidenza con l’Equinozio di primavera: giornata simbolo della rinascita della natura, quando le temperature si fanno più tiepide e i colori tornano ad accendersi influenzando positivamente l’umore.Quindi oggi ridete a crepapelle, concedetevi quello che vi piace e godete della compagnia delle persone che amate…insomma siate felici!#giornatamondialedellafelicità #rinascita#felicità #equinoziodiprimavera Vedi di piùVedi meno
Vedi su Facebook
Diversamente si potrebbe dire che l’allenamento genera e rigenera a nuova vita …… nuove amicizie, nuova consapevolezza di sé, nuova forza fisica, nuovi pensieri. E’ VITA 🩷 #allenamento #vita #amicizia #consapevolezza Vedi di piùVedi meno
Vedi su Facebook
L’equipaggio del dragon boat è suddiviso in tre sezioni: la parte anteriore che è composta dai primi sei pagaiatori, la parte centrale, il motore, che è costituita dagli otto pagaiatori centrali e la parte posteriore che è composta dagli ultimi sei pagaiatori.I due pagaiatori anteriori, i capovoga, stabiliscono il ritmo e dovrebbero avere una pagaiata molto lunga.Gli otto centrali, il "motore", è solitamente riservato ai pagaiatori più pesanti e forti che hanno il compito di dettare il ritmo da metà gara.I sei pagaiatori posteriori della barca dovrebbero essere le persone più forti che riescono ad eseguire una sequenza di colpi potenti per far avanzare la barca.Ne deriva che in ogni equipaggio le posizioni in barca non sono casuali ma sono determinate dalle caratteristiche e delle capacità di ognuno: nessun ruolo è secondario, è tutti sono essenziali. E voi? Che ruolo avete?@follower #posizionidragonboat #dragonboat #ruoli #ugopadova Vedi di piùVedi meno
Vedi su Facebook
A tutte le donneFa che i tuoi sogni siano il motore dei tuoi giorni, con tenacia e passione perseguili. Se cadi, rialzati, pulisci le ginocchia, asciuga le lacrime e torna a camminare per realizzare i tuoi desideriBalla, da sola e in compagnia. Non temere di rischiare, di osare ….. il buio sarà sempre un’altra parte del giorno Buona Festa della Donna #festadelladonna #ugopadpva #forza #sogni Vedi di piùVedi meno
Vedi su Facebook
Oggi presso la Sala Rossini del Caffè Pedrocchi, in occasione delle #giornatadelladonna, la Consulta Femminile del Comune di Padova ha conferito alla squadra UGO una targa per il coraggio, la forza d’animo e la determinazione che riusciamo ad esprimere attraverso lo sport.Un riconoscimento prestigioso che ancora una volta ci fa capire come il nostro messaggio di rinascita e speranza arrivi dritto nei cuori delle persone sensibilizzando sul tema del tumore al seno e sulla necessità di avere stili di vita sani e attivi.Grazie per questo riconoscimento che ci inorgoglisce e di dà un’ulteriore carica nel continuare a promuovere il dragon boat per le donne che hanno affrontato o stanno affrontando il difficile percorso verso la guarigione dopo l’intervento al seno.#tumorealseno #giornatadelladonna #rinonoscimento #consultafemminilepadova #ugopadova Vedi di piùVedi meno
Vedi su Facebook

Contattaci

Vuoi far parte della nostra squadra? Contattaci!

Gli allenamenti sono il martedì e il venerdì dalle 18:00 alle 19:00 presso la Canottieri Padova e sono previsti due allenamenti di prova.

Raggiungici

Mandaci un messaggio

    Acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi del Regolamento UE n. 2016/679 e confermo di aver consultato l’informativa sulla privacy
    informativa sulla privacy